Ultima modifica: 2 Dicembre 2023

137-Comparto e Area Istruzione e Ricerca – Sezione Scuola. Azione di sciopero prevista per la giornata del 7 dicembre 2023.

CIRCOLARE N.137

Paternò, 02-12-2023

Al PERSONALE DOCENTE

AL PERSONALE ATA

AGLI STUDENTI

ALLE FAMIGLIE

AL DSGA

AL SITO WEB

 

Oggetto: Comparto e Area Istruzione e Ricerca – Sezione Scuola. Azione di sciopero prevista per la giornata del 7 dicembre 2023.

Adempimenti previsti dall’Accordo sulle norme di garanzia dei servizi pubblici essenziali del 2

dicembre 2020 (Gazzetta Ufficiale n. 8 del 12 gennaio 2021) con particolare riferimento agli artt.

3 e 10.

 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

 

Premesso che:                l’associazione sindacale Cobas Scuola Sardegna ha proclamato uno sciopero  nazionale dell’intera giornata di giovedì 7 dicembre 2023 per tutto il personale Docente, Ata, Educativo e Dirigente, a tempo determinato e indeterminato, del comparto scuola (istruzione), in forza sia alle sedi nazionali che a quelle estere.

Considerato:                l’art. 3, comma 5 dell’Accordo Aran sulle “nome di garanzia dei servizi pubblici essenziali e sulle procedure di raffreddamento e conciliazione in caso di sciopero, pubblicato in G.U. il 12 gennaio 2021”, in riferimento allo sciopero indetto dall’Organizzazione sindacale in oggetto.

Considerato:                 il Protocollo di Intesa stipulato in data 11/02/2021, prot. N. 752, tra l’istituzione scolastica e le OO.SS rappresentative.

rende noto

quanto di seguito indicato:

  • DATA, DURATA DELLO SCIOPERO E PERSONALE INTERESSATO

Lo sciopero si svolgerà dell’intera giornata di giovedì 7 dicembre 2023 per tutto il personale Docente, Ata, Educativo e Dirigente, a tempo determinato e indeterminato, del comparto scuola (istruzione), in forza sia alle sedi nazionali che a quelle estere.

SCHEDA INFORMATIVA

Motivazioni dello sciopero Cobas Scuola Sardegna
contro il dimensionamento scolastico e la norma sull’aumento del numero minimo di alunne/i (da 900 a 1000), per mantenere l’autonomia degli istituti scolastici e il continuo smantellamento degli stessi istituti, con un futuro distruttivo dimensionamento scolastico che non tiene in alcun conto le specificità dei territori, prevede la creazione di Istituti “monstre” ingestibili e la perdita di migliaia di posti di lavoro; per la modifica della Legge Fornero e della Legge Dini che allungano a dismisura la vita lavorativa e prevedono pensioni miserabili per le prossime generazioni; contro il disegno di Legge di bilancio del Governo che peggiorerebbe le attuali e future pensioni intaccando anche i diritti acquisiti; contro l’autonomia differenziata, contro lo sperpero dei denari del PNRR e per l’abolizione dell’INVALSI; per l’immissione in ruolo di tutti i precari che hanno tre anni di servizio, con la modifica delle norme sul reclutamento e contro l’ultimo CCNL scuola; contro qualsiasi guerra e per la riconversione delle fabbriche  di armi e la fine del loro commercio con investimenti di tali risorse nelle urgenti necessità sociali.
Precedenti azioni di sciopero          
a.s. data Tipo di sciopero solo con altre sigle sndacali % adesione nazionale (2)
2022-2023 02/12/2022 intera giornata generale x 1,06
2022-2023 05/05/2023 intera giornata x 0,94

 

PRESTAZIONI INDISPENSABILI DA GARANTIRE

Come stabilito da1l’Accordo sulle norme di garanzia dei servizi pubblici essenziali in caso di sciopero nel Comparto Istruzione e Ricerca, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 8 del 12 gennaio 2021, che all’art. 3 comma 4 recita:

In occasione di ogni sciopero, i dirigenti scolastici invitano in forma scritta, anche via e-mail, il personale a comunicare in forma scritta, anche via e-mail, entro il quarto giorno dalla comunicazione della proclamazione dello sciopero, la propria intenzione di aderire allo sciopero o di non aderirvi o di non aver ancora maturato alcuna decisione al riguardo.

 

La dichiarazione di adesione fa fede ai fini della trattenuta sulla busta paga ed è irrevocabile, fermo restando quanto previsto al comma 6. A tal fine, i dirigenti scolastici riportano nella motivazione della comunicazione il testo integrate del presente comma.”

 

INVITA

 Al fine di:

  1. acquisire le comunicazioni del personale, come richiesto espressamente dall’accordo citato in premessa;
  2. attivare la procedura relativa alla comunicazione dello sciopero alle famiglie ed agli alunni,

il personale in indirizzo a comunicare in forma scritta, via email, alla scuola, secondo il Modulo allegato alla presente, la propria intenzione di

  • adesione allo sciopero;
  • non adesione allo sciopero;
  • non aver ancora maturato alcuna decisione al riguardo.

L’istanza dovrà essere inviata improrogabilmente entro le ore 13.00 del 5 dicembre  2023.

  • Nell’ambito dei servizi essenziali è garantita la continuità delle prestazioni indispensabili di seguito indicate, da assicurare in caso di sciopero, al fine di contemperare lesercizio del diritto di sciopero, con la garanzia del diritto allistruzione e degli altri valori e diritti costituzionalmente tutelati:
    • apertura e chiusura della scuola per la vigilanza sull’ ingresso;
    • attività, riguardanti lo svolgimento degli scrutini finali, degli esami finali, nonchè degli esami di idoneità;
    • raccolta, allontanamento e smaltimento dei rifiuti tossisci, nocivi e radioattivi;
    • attività riguardanti la conduzione dei servizi nelle aziende agricole per quanto attiene alla cura e all’allevamento del bestiame;
    • adempimenti necessari per assicurare il pagamento degli stipendi e delle pensioni per il periodo di tempo strettamente necessario, in base all’ organizzazione della scuola, ivi compreso il versamento dei contributi previdenziali ed i connessi

 

  • In relazione all’ azione dello sciopero che si svolgerà per l’intera giornata di giovedì 7 dicembre all’I.I.S. “F. Redi” di Paternò (CT), sono state individuate le seguenti prestazioni essenziali:
    • 1 assistente amministrativo;
    • Nr 1 Assistente Tecnico per Area;
    • Nr 1 Assistente Reparto o LAB.;
    • 1 Addetto all’azienda agraria;
    • 1 collaboratore scolastico per sede per l’uso dei locali interessati e per la vigilanza sull’ingresso principale di ciascuna sede.

 

Pertanto, si informano i genitori che, in considerazione di quanto comunicato in precedenza, potrebbe non essere garantito l’ordinario svolgimento delle lezioni, con conseguente variazione dell’orario scolastico.

Si fa presente, a tal proposito, che nel caso di:

  • assenza per sciopero del personale docente in orario alla prima ora, gli studenti potrebbero non essere ammessi in classe; in caso di assenza del docente dell’ultima ora, potrebbero uscire anticipatamente;

 

  • docenti delle ore intermedie, qualora dovessero aderire allo sciopero, alle classi sarebbe garantita solo la sorveglianza e non la regolare attività

 

Si ricorda che:

  • le pubbliche amministrazioni “sono tenute a rendere pubblico tempestivamente il numero dei lavoratori che hanno partecipato allo sciopero, la durata dello stesso e la misura delle trattenute effettuate per la relativa partecipazione.

Si allega alla presente.

A.    DICHIARAZIONE DELL’INTENZIONE DI ADESIONE DEL DIPENDENTE;

B.     SCHEDA INDIZIONE SCIOPERO.

    Il Dirigente Scolastico
Dott.ssa Morsellino Giuseppa

 (Firma autografa sostituita a mezzo stampa ai sensi

dell’art. 3, comma 2, D.Leg.vo n. 39/1993)

 

 

 

 

 

 

 

 

 




Avviso: su questo sito si utilizzano i cookie! <br />Cliccando qualsiasi link su questa pagina si autorizza l'utilizzo dei cookie. No, dammi maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi